Maricón, una poesia di Gabriele Boccamazzo

Condividi con :
Share

Maricón

Poesia di Gabriele Boccamazzo, illustrata Lorenzo Ciardiello, in arte Lorenzo Ci.

Ferisci una pianta, la vedrai rigenerarsi.
Ferisci un fiore, nascerà una nuova gemma. Vedi, oh mondo, quanti tagli
hanno inciso sulla mia corteccia
le mani dell’ignoranza.
Osservali bene, dicono: Maricón!
Ma tra i loro insulti è scaturita la mia linfa,
la mia vita, la mia forza!

Maricón sulla mia pelle,
maricón sulle mie vene
ma dalla mia resina il mio risorgere!

Ferisci un’anima,
la vedrai rigenerarsi.
Ferisci un cuore,
nasceranno nuovi battiti
di trionfo e vittoria sui vostri calci e pugni,
di vita e forza sui vostri insulti e sputi.
Maricón, il mio fiore
Maricón, l’umanità che non muore.

Maricón , poesia di Gabriele Boccamazzo, illustrazione Lorenzo Ciardiello
© Lorenzo Ci (CLICCA QUI e leggi la nostra intervista a Lorenzo Ciardiello )

Contatti
Instagram Gabriele Boccamazzo: @king_0f_y0ur_heart
Instagram  Lorenzo Ciardiello: @ellecii

QUEEF Magazine

Newsletter

Riceverai tutti i nostri articoli, interviste e le nostre esclusive gallerie degli artisti prima di tutti.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi con :
Share
Etichettato , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.