Quarantena porno, Pornhub e XHamster “una mano” all’Italia

Condividi con :
Share

Quarantena Porno, Pornhub e Xhamster “ci danno una mano” contro la solitudine

Saracinesche per lo più abbassate, traffico quasi inesistente, poca gente in giro. Sembrerebbe un agosto anticipato ma l’aria frizzantina del mesi estivi è solo un déjà vu. Siamo a marzo e il vuoto nelle strade non è solo nella grandi per l’esodo dei vacanzieri. No. Tutta Italia è svuotata, fisicamente e in alcuni casi anche mentalmente, dalla misure governative atte a contrastare un maledetto virus ormai diffuso in tutto il mondo.

Si chiama Covid-19 ed è una coronavirus, parente stretto quindi della MERS e della SARS. Ieri l’OMS ha dichiarato lo stato di Pandemia, e l’Italia, dei paesi più colpiti, ha preso una decisione drastica e se le cose non miglioreranno non sarà nemmeno l’ultima.

Il governo ha deciso nella giornata di ieri di chiudere fondamentalmente tutte le attività non strettamente necessarie. Chiusi i bar, i ristoranti, le scuole (ma questo già da un po’) e così via.
Inoltre ha invitato i cittadini, con maggiore fermezza, a restare a casa. Si può uscire solo per chi è costretto a lavorare o in alcuni casi specifici. Una quarantena nazionale.

Ma perché su QUEEF Magazine vi parliamo del coronavirus Covid-19?

L’occasione, che avremmo preferito evitare, ce l’hanno data due portali porno conosciutissimi come XHamster e Pornhub.

In tempi diversi entrambi i siti sono venuti (e possiamo anche dire hanno fatto e faranno venire) in aiuto a tanti italiani e italiane, che sentendosi soli e annoiate, hanno potuto usufruire dei loro servizi Premium gratuitamente.

Il primo è stato XHamster il 26 febbraio, il quale ha voluto omaggiare a tutte le persone rinchiuse in casa per colpa del Coronavirus con il proprio servizio Premium. Il prezioso dono era riservato a tutti coloro residenti nelle zone rosse. In Italia in quei giorni erano in quarantena gli abitanti di Lombardia e Veneto, i quali hanno avuto un motivo in più per non restare con le mani in mano ma per cercare di passare il tempo in una maniera sicuramente più gradevole che guardare Barbara d’Urso il pomeriggio (sono gusti eh).
In quei giorni il vicepresidente di Xhamster invitò tutti i portali di streaming a seguire la sua iniziativa.

Oltre alle ovvie Wuhan in Cina e Daegu in Corea del Sud, il servizio arriverà anche in Italia, per adesso solamente nelle regioni maggiormente colpite dal virus, Lombardia a Veneto. Il vicepresidente del celebre sito di intrattenimento per adulti, Alex Hawkins, ha comunque fatto sapere ufficialmente che XHamster è pronto ad aprire le porte ad eventuali nuove regioni dichiarate in pericolo e ha invitato gli altri grandi portali di streaming, non di natura pornografica, a fare lo stesso, lanciando una frecciatina a Netflix, HBO e Disney, a giusta ragione, di non aver seguito l’esempio.

XHamster, servizi premium gratis in Italia per il Covid-19, coronavirus
Sono passate poco più di due settimane e la situazione in Italia, ad esclusione delle prime zone colpite come il lodigiano, sta peggiorando. La quarantena ora riguarda tutti noi, nessuno escluso. In aiuto questa volta è arrivato Pornhub. Anche questo noto portale del porno ha l’obbiettivo arginare il contagio cercando di convincere quante più persone possibili a restarsene buoni a casa.
Il sesso può essere sicuramente un argomento convincente e non tutti sono in quarantena con il proprio o la propria partner . Per tutti i residenti in Italia Pornhub offre i suoi servizi Premium tra cui la visione di video esclusivi, video in HD e nessuna pubblicità a interrompere il nostro atto onanista.

Pornhub, servizi premium gratis in Italia per il Covid-19, coronavirus

Per aderire è necessario essere iscritti e vi possiamo anticipare che è tutto molto facile. Se siete tra chi visiterà il sito vi sveliamo che esiste anche un canale ideato da noi che si chiama QUEEFhub (CLICCA QUI), in cui sono presenti video amatoriali di nostri fans. Se vuoi partecipare anche tu scrivici a info@queefmagazine.com per avere maggiori info.

Se siete neofiti dei siti porno (ci crediamo pochissimo) di seguito un grafico con le parole chiave più ricercate lo scorso anno. Vi abbiamo detto tutto ora tocca a voi toccarvi. Prima lavatevi le mani per bene ( non meno di 40-60 secondi), evitate di usare i guanti in lattice (capisco che possano eccitarci ma in questo periodo dobbiamo centellinarli), cercate la vostra categoria preferita e … il resto lo potete immaginare.

Pornhub, servizi premium gratis in Italia per il Covid-19, coronavirus

Fonti
Vice.com
Lascimmiapensa.com

QUEEF Magazine

Newsletter

Riceverai tutti i nostri articoli, interviste e le nostre esclusive gallerie degli artisti prima di tutti.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi con :
Share
Etichettato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *