“SHINING WOMAN #cancerbeauty” un progetto di Hideka Tonomura

Condividi con :
Share

“SHINING WOMAN #cancerbeauty” è un progetto realizzato, e in corso d’opera, di Hideka Tonomura in mostra alla Zen Foto Gallery di Tokyo.

Le fotografie di Hideka sono una testimonianza diretta di come ci siano molte donne che combattono coraggiosamente contro il cancro. Profondamente ispirata e colpita dalla loro radiosità, Hideka Tonomura ha diviso in tre diverse categorie il suo progetto: “Ritratti di vita“, “Prova di vita” e “Ritratti dell’anima“.

 

Hideka Tonomura è una fotografa giapponese nata nel 1979, a Kobe, nella prefettura di Hyogo. Si è laureata al Dipartimento di radiodiffusione e produzione cinematografica della Scuola di Arti Visive di Osaka e ha iniziato a fotografare nel 2002. Ha pubblicato il suo primo libro fotografico “mama love” nel 2008 con Akaaka Art Publishing, rivelando il suo dolore più profondo e gli oscuri, segreti nascosti della sua famiglia, che le lasciarono un ricordo indimenticabile. Nel 2013 ha pubblicato “They called me Yukari ” con Zen Foto Gallery, in cui documentava la vita e le persone incontrate quando lavorava come hostess a Kabukicho, Shinjuku. Le sue recenti pubblicazioni includono “orange elephant” (Zen Foto Gallery, 2015), “cheki” (Morel Books, 2018) e “die of love” (Zen Foto Gallery, 2018). Dopo aver sperimentato la diagnosi e il trattamento del cancro nel 2019, Hideka ha avviato “Shining Woman Project”, un progetto di ritratti dedicato alle donne che combattono il cancro. Il progetto è diventato un libro fotografico pubblicato da Zen Foto Gallery. (CLICCA QUI per acquistarlo). La sua serie “mama love” sarà esposta alla Maison Européenne de la Photographie nel 2021.

Grazie alla gentile e preziosa Bonnie, responsabile editoriale della Zen Foto Gallery, abbiamo avuto il piacere di intervistare Hideka Tonomura per una lunga, intensa e interessante intervista. Buona lettura.

Hideka Tonomura, fotografa giapponese
Hideka Tonomura

Ero solita “fotografare per vivere”, ma ora io “vivo per fotografare”.
Ognuno sta lottando con i propri problemi.
Ognuno è un sopravvissuto nella propria vita.
È il mio più grande augurio è che tu guardi questi “Ritratti di vita”, “Prova di vita” e “Ritratti dell’anima” e spero che toccheranno il tuo cuore.
Oggi sono io, domani sei tu.
Domani siete tu e qualcuno oggi.
SHINING WOMAN #cancerbeauty
Per le donne, perdere l’utero, le ovaie, il seno e i capelli è estremamente deprimente.
Sentimenti di disperazione e follia.
Giovani donne che sognano di partorire.
Donne che ricevono un trattamento per l’infertilità.
A causa del cancro, non solo perdono l’utero, le ovaie e il seno, ma perdono anche il sogno di avere un figlio.
La paura di perdere i loro organi femminili porta una premonizione di morte alla loro femminilità.
È un inferno per loro accettare tali paure.
Tuttavia, le donne indossano ancora rossetto, bei vestiti e parrucche e si dirigono verso il loro campo di battaglia, il mondo esterno.
Abuso verbale e pregiudizio.
L’inconsapevolezza può essere davvero orribile.
Delusa di me stessa per aver odiato le persone che usano parole cattive,
mentre io stessa potrei aver inconsciamente usato le stesse parole meschine.
Può succedere a me come donna, e agli uomini, ai loro cari.
Voglio cambiare il modo in cui le persone percepiscono le malattie femminili e i malati di cancro.
Voglio che il mondo diventi un luogo in cui le donne possano vivere più comodamente in modo che possano continuare a fare tesoro della loro vita quotidiana e sentirsi libere di uscire, senza dover subire abusi verbali solo perché hanno perso il seno, l’utero, le ovaie, e capelli.
La femminilità non è determinata dalle parti del corpo. Tutto è una testimonianza della scelta di vivere.
Le donne possono sempre trasformare la disperazione in forza e continuare a far risplendere la loro bellezza.
Il vero significato di risplendere sta nel potere con cui combattiamo per le nostre vite.
Donne che sognano di vedere crescere i propri figli.
Donne che sognano di diventare adulte e innamorarsi.
In qualsiasi momento,
In qualunque posto,
In ogni caso.
L’essenza della vita è sempre bella.
Tutte le donne brillano.
Hideka Tonomura

Shining Woman, un progetto di Hideka Tonomura sulle donne che lottano contro il cancro
© Hideka Tonomura

Ciao Hideka e grazie per averci concesso quest’intervista. Siamo rimasti colpiti dal tuo progetto “SHINING WOMAN #cancerbeauty” dedicato alle donne che combattono il cancro. Quando e come nasce il progetto?
Questo progetto è iniziato quando l’anno scorso mi è stato diagnosticato un cancro cervicale in stadio iniziale. Per me, l’utero è un organo molto importante. È un pensiero molto concettuale, ma dal mio punto di vista, la mia mentalità esiste all’interno del mio utero.
A seconda dei risultati clinici avrei potuto perdere il mio utero. Il mio mondo si è oscurato dal giorno in cui ho appreso di questa realtà. Da allora ho passato le mie giornate affrontando la mia vita e i miei pensieri.
Ma quando sono stata ricoverata in ospedale per il mio intervento chirurgico, ho assistito a donne emancipate che crescono con il cancro e brillano di femminilità.
Ero completamente ipnotizzata e profondamente toccato dal loro splendore. Così ho deciso di iniziare il progetto perché volevo mostrare il loro splendore al mondo.

 

Quando hai proposto alle donne protagoniste di queste tue foto di farti da modelle, come hanno reagito? Cosa le ha spinte a farsi immortalare da te?
Non ho proposto loro di partecipare al progetto. Inoltre, non li considererei come “modelle” delle mie foto. Le considero partecipanti al mio progetto. Perdere parti del corpo esclusive delle donne è come perdere un simbolo delle donne e questo influisce fortemente sulla vita di una donna.
Ci sono ancora così tanti pregiudizi e discriminazioni contro le donne che perdono i “loro simboli”.
Le donne devono opporsi a questo tipo di pregiudizi e discriminazioni.
La femminilità non è determinata dalle parti del corpo. E la propria vita non dovrebbe essere controllata da niente o da nessun altro. Le donne che ho fotografato sono donne che hanno chiesto di essere fotografate. Hanno accettato la mia dichiarazione per il progetto e hanno deciso di alzare la voce insieme a me.

Shining Woman, un progetto di Hideka Tonomura sulle donne che lottano contro il cancro
© Hideka Tonomura

Il tuo progetto è ospite allo Zen Foto Gallery ed è diviso in tre categorie. “Ritratti di vita”, “Prova di vita” e “Ritratti dell’anima”. Quali diverse emozioni vivono in ciascuna di queste categorie?
Le fotografie di “Ritratti di vita sono state scattate con una fotocamera digitale. La velocità è molto importante per questo progetto. Le partecipanti femminili utilizzano i social media per trasmettere i loro pensieri e il loro ultimo aggiornamento. Significa che possiamo trovare il “presente” di queste donne sui social media. La vita è oggi, oggi è la loro vita. Con i social media, posso presentare le mie foto subito dopo aver finito di scattare. Ecco perché scelgo di farlo con una fotocamera digitale per caricare immediatamente i risultati dello scatto lo stesso giorno, e li presento come “Ritratti di vita“.
Chiedo ai miei partecipanti di portare con sé alcuni oggetti per il servizio fotografico, oggetti che dimostrano la loro scelta di vivere e sono vicini al loro cuore. Faccio fotografie di questi oggetti e li chiamo “Prova di vita“.
Tutti portano con sé oggetti molto diversi. Ad esempio, una parrucca fatta da un’amica con i propri capelli; un velo che illumina il suo cuore; regali degli innamorati; un abito da sposa che non può più essere indossato perché il fidanzamento è stato rotto; un pigiama preparato per il suo futuro figlio, ecc.
I “Ritratti dell’anima” sono stati ripresi con una macchina fotografica.
Quando le ho sviluppate in camera oscura sono rimasta completamente sopraffatta dalle foto.
In contrasto con la rapidità delle fotografie digitali, le fotografie su pellicola contengono tutto del tempo. Prendono l’esistenza della “morte” che era proprio lì. Senza dubbio, la vita e la morte vanno di pari passo. Sono stata sopraffatta dalle stampe fotografiche perché ho scoperto che la vita e la morte fluttuavano in quelle immagini.
La luce esiste perché c’è l’oscurità.
L’oscurità esiste anche perché c’è la luce.
Non potevo ignorare le ombre che esistono nei sentieri oscuri che queste donne hanno attraversato.
Perché i sentieri che hanno percorso fino in fondo sono sentieri dell’anima.
La vita non è fatta solo di luce.
Lo splendore di queste donne esiste perché portano l’oscurità dentro.
Ecco perché vorrei che anche le persone vedessero e interagissero con questi ritratti dell’anima.

Shining Woman, un progetto di Hideka Tonomura sulle donne che lottano contro il cancro
© Hideka Tonomura

Quale stato d’animo ti ha accompagnato durante gli shooting del progetto?
Non penso a niente quando scatto le foto.
Devo svuotarmi per trovare il cuore di queste donne.
Significa che mi porto allo stato del nulla.
E mi concentro solo sulla radiosità che scaturisce dai loro corpi. È tutto.

 

Hai scelto di utilizzare il bianco e nero per i ritratti delle donne fotografate. Perché questa scelta?
Quando mi sono svegliata dall’anestesia, mi è venuto in mente un ritratto in bianco e nero della donna che stava nella mia stessa stanza. Quindi mi sono fidata del mio istinto e ho deciso di fotografare in bianco e nero. Ora che ci penso, penso che sia perché elimina le informazioni che non sono necessarie. Non avevano bisogno di truccarsi in modo colorato.
Penso di aver visto istintivamente le donne in bianco e nero e ignorato automaticamente le informazioni non necessarie quando ho assistito al loro splendore.

 

Quali emozioni ti piacerebbe che suscitassero le tue foto nel pubblico che le guarderà?
Le persone che vedono le fotografie sono libere di sentirsi come vogliono. Spero semplicemente che le persone possano vedere le foto e che le foto tocchino i loro cuori.

Shining Woman, un progetto di Hideka Tonomura sulle donne che lottano contro il cancro
© Hideka Tonomura

Le parole che hai scritto nella presentazione al progetto sono un manifesto alla bellezza, alla speranza e alla vita. Scrivi che vuoi cambiare il modo in cui le persone percepiscono le malattie femminili e i malati di cancro. L’arte e nello specifico le tue fotografie, possono riuscire a cambiare il modo di pensare delle persone?
È estremamente difficile cambiare il modo in cui qualcuno pensa. Ci vuole un sacco di tempo.
Quando penso alla vita quotidiana delle donne che vivono nel presente, sento che la velocità è molto importante e la fotografia, una forma di arte visiva molto semplice, è una rara forma d’arte che può trasmettere direttamente al proprio cuore. Anche questo dipende dalla mia esperienza personale. A seconda del momento in cui si incontra una foto nella propria vita, anche quando non si sente nulla la prima volta che hanno visto la foto, a volte dopo un certo periodo di tempo, all’improvviso la foto può commuovere la tua anima.
Poiché le foto sono documenti, anche dopo la mia morte, la foto continuerà a vivere finché la carta continuerà ad esistere. Tutte le donne nelle fotografie sperano che altre donne delle generazioni future non abbiano bisogno di passare attraverso lo stesso percorso. Anch’io mi sento come loro.
In Giappone, molte persone non hanno ancora la comprensione del cancro.
So che ci vorrà molto tempo, ma spero comunque che il messaggio venga trasmesso attraverso queste fotografie.
E spero che le persone, me compresa, non dimenticheranno che il nucleo della vita è bello e radioso, a patto che non ci arrendiamo con le nostre vite, non importa che tipo di malattia o quanto siano difficili e dure le prove che la vita ci sta riservando .

 

SHINING WOMAN #cancerbeauty è anche un libro. Il progetto continuerà ad andare avanti o il libro è la conclusione naturale di questo tuo percorso?
Al momento sto cercando di scattare foto di 100 donne. Il progetto è appena iniziato. Continuerò a scattare foto e trasmettere il messaggio.

 

Fin quando sarà possibile ammirare SHINING WOMAN allo Zen Foto Gallery? Ci sono altre mostre riguardo questo progetto?
La mostra alla Zen Foto Gallery si concluderà il 21 novembre. Al momento non ho altri programmi in programma per questo progetto.

 

Contatti
Sito: hidekatonomura.com
Instagram: shining_woman_project
Instagram: hideka_tonomura
Facebook: hidekatonomura
Twitter: Hideka_Tonomura

QUEEF Magazine

Newsletter

Riceverai tutti i nostri articoli, interviste e le nostre esclusive gallerie degli artisti prima di tutti.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi con :
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *