T-Squirt incontra – Intervista a Veronica Gasparrini

Condividi con :
Share

 

 

 

Per la nostra rubrica “T-Squirt incontra”, abbiamo avuto il piacere di intervistare Veronica Gasparrini in arte @ripfloppydisk. Nata a Foligno il 20 maggio 1992, è un’artista poliedrica, capace di spaziare tra la grafica, la fotografia e il video making.
Gli interessi di Veronica sono talmente tanti che sarebbe difficile elencarli tutti: tra i primi spicca la sua passione per la grafica, nata in adolescenza quando nel 2000 da “figlia” di (Microsoft) MSN, si diverte a creare “gif glitterate” per poter arricchire il blog personale.
L’arrivo della passione per la fotografia invece, è veramente curioso: sempre in adolescenza, da fan di THE SIMS, Veronica partecipa a gare virtuali e on line di posing per i propri sims, che crea appositamente con tratti e caratteristiche da modelli, vestiti in abiti couture e gioielli, e posizionati all’interno del gioco per poi creare una vera e propria foto di moda editoriale.
Il percorso di Veronica Gasparrini è sempre stato molto vario e in continuo cambiamento.
Inizia gli studi di grafica e fotografia alle scuole superiori per poi specializzarsi al NID di Perugia nel 2012.
La sua carriera inizia molto presto: già a 19 anni entra a far parte di un’agenzia grafica e solo a 21 anni ne diventa responsabile del reparto siti-web.
In seguito, nel 2015 diventa responsabile marketing di un’azienda della sua città che opera in tutto il territorio dell’Italia centrale.
Nel frattempo, insieme al suo compagno musicista, intraprende anche la strada della produzione di video musicali.
La spiccata inclinazione di Veronica Gasparrini per le arti ha fatto sì che si cimentasse in moltissime forme di espressione.
Volendo sentirsi libera di creare il proprio stile artistico, nel 2022 diventa freelancer. In quest’ultimo anno, l’approccio con la fotografia di ritratto si è intensificato, scattando con modelle principalmente femminili:
ne coglie la loro innata sensualitĂ  e dolcezza, facendo leva sulle emozioni e su tutto quello che raccoglie il volto e il corpo della ragazza, mettendone in risalto la capacitĂ  di comunicare.
La prerogativa della fotografia di Veronica Gasparrini è il ritratto intimo, sensuale, che mette il corpo al centro dell’immagine come strumento veicolante di femminilità indipendente e poetica al tempo stesso.

 

Fotografia di Veronica Gasparrini.
La fotografa Veronica Gasparrini

Ciao Veronica e grazie per aver scelto di partecipare al nostro T-Squirt Incontra. Sei un’artista poliedrica e la tua creativitĂ  spazia tra grafica, fotografia e video maker. Tra queste arti, ne prediligi una in particolare?
Ciao e grazie a voi per avermi permesso di partecipare!
Purtroppo la mia risposta è NO, l’uno contamina l’altro.
Nel nostro campo ci sono tante figure di settore e se dovessi decidere su cosa specializzarmi non saprei cosa scegliere. Infatti a volte mi chiedo se sia un difetto o un dono.

Fotografia di Veronica Gasparrini.
© Veronica Gasparrini per T-Squirt (T-Shirt One Love CLICCA QUI)

A livello creativo, il tuo approccio a queste arti è uguale?
Sì e no. Si, perché il mio processo produttivo è sempre lo stesso e no, perché comunque sono arti diverse e hanno tempistiche e tecniche diverse.

 

La nostra conoscenza di te è giunta grazie al tuo account Instagram (CLICCA QUI) in cui sono presenti alcuni dei tuoi splendidi scatti. Vogliamo perciò approfondire soprattutto la tua passione per la fotografia. Quando nasce e cosa ti ha fatto avvicinare a questa arte?
Sembra buffo ma è stato grazie al gioco “The Sims”. Non tutti sanno che dietro a quel gioco c’è una community on line di persone che si sfida a fare il “Sim” piĂą bello. In queste “sfide on line” dovevamo acchittare i nostri sims in versione “modelli”, vestiti in abiti couture e gioielli, e posizionati all’interno del gioco per poi creare una vera e propria foto di moda editoriale. Dovendo assolutamente fare del mio meglio, mi studiavo le riviste di moda e i magazine on line per poter poi prendere ispirazione per le mie foto. Ero molto giovane e questo ha influenzato la scelta dell’indirizzo della scuola superiore. Infatti mi sono iscritta all’indirizzo grafico pubblicitario della scuola della mia cittĂ  e da li sono iniziati i miei studi.

Fotografia di Veronica Gasparrini.
© Veronica Gasparrini

Qual è il processo creativo che ti porta a realizzare uno scatto? Hai giĂ  in testa tutti i particolari dello scatto o ti lasci guidare dall’istinto?
Faccio entrambe le cose. Di solito baso tutto sulla modella e ciò che mi trasmette.
Creo un moodboard, scegliendo location, abiti, trucco. Il giorno dello shooting, prima di iniziare mi faccio 4 chiacchiere con la modella, prendiamo confidenza e da li si apre un mondo, creiamo un collegamento. Poi è il momento di scattare e mi lascio trasportare dalle emozioni. Tutto questo però sostenuto dal lavoro di progettazione inizialmente ideato.

Fotografia di Veronica Gasparrini.
© Veronica Gasparrini

Hai una predilezione per le modelle femminili. C’è un motivo particolare? Come scegli chi fotografare? Quali sono le caratteristiche che ti piace immortalare?
Nella fotografia devi fare molta pratica e banalmente, la prima cosa che fai è contattare la tua amica carina e scattarci insieme, nascono da lì i primi approcci alla fotografia femminile. Delle donne mi piace raccontare le loro emozioni e catturare lo sguardo nella loro intimità. Lo faccio mettendole a proprio agio, parlando con loro e facendole entrare in una dimensione “scoperta” ma accogliente. Come in un arena sotto a un cielo di stelle. Loro si aprono con me, ecco perché riesco a raccontare la loro storia con una foto. Prediligo il volto, ma anche le forme sanno parlare, infatti noterete anche molti dettagli del corpo femminile tra le mie foto.

Fotografia di Veronica Gasparrini.
© Veronica Gasparrini

Cosa pensi possa influenzare il tuo immaginario? Hai fotografi di riferimento che ami particolarmente e a cui ti ispiri?
Tutto influenza il mio immaginario, anche categorie di fotografie diverse. Per esempio Nima Benati è il mio mito e a lei mi ispiro molto anche se è una fotografa di moda editoriale. Tra l’altro è un settore a cui ultimamente mi sto avvicinando molto…chissĂ .

Fotografia di Veronica Gasparrini.
© Veronica Gasparrini

Alcuni tuoi scatti pubblicati su Instagram sono censurati. Come sappiamo si è obbligati ad applicare questa censura se si vuole pubblicare alcuni scatti in questo social. Hai mai avuto problemi di censura? Qual è il tuo rapporto con i social?
Si, sono stata censurata una volta per delle natiche al vento. Come se fosse questo il problema dei social. Forse non voglio continuare a risponderti! 

Fotografia di Veronica Gasparrini.
© Veronica Gasparrini

C’è uno shooting, uno scatto, che ancora non hai realizzato ma che ti piacerebbe realizzare? Se si, quale? Una modella o persona celebre che ti piacerebbe fosse la tua musa?
É una cosa a cui non ho mai pensato. Certo sarebbe bello scattare delle foto alle celebritĂ  nella loro intimitĂ  e approcciarmi a loro come faccio con tutti gli altri. Poco trucco, abiti non troppo vistosi, magari stando comodi sul sofĂ  nelle loro lussuose case. Aspetta…sto sognando ad occhi aperti…

Fotografia di Veronica Gasparrini.
© Veronica Gasparrini

Veronica, ci salutiamo con un ultima domanda. La “classica”. Ovvero, stai lavorando a qualche nuovo progetto? Cosa ti auguri per il tuo futuro da artista?
Qualche? Sto lavorando a 1.000 progetti! Non mi fermo mai e questo mi rende viva!
In questo momento sto lavorando ad un video musicale davvero molto complicato, sia nella composizione che nella tecnica di ripresa. Vediamo un po’!
Cosa mi auguro? Mi auguro tante cose belle, di non abbattermi mai e continuare così, affrontare con entusiasmo ogni nuovo progetto.

Contatti
Sito: gasparriniveronica.it
Instagram: @ripfloppydisk
Mail: gasparriniveronica@gmail.com

QUEEF Magazine

Newsletter

Riceverai tutti i nostri articoli, interviste e le nostre esclusive gallerie degli artisti prima di tutti.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi con :
Share
Etichettato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *